Uniamo le menti esistenti

in combinazioni nuove che siano utili, forse.

Il Dott.Von Hagens e la plastinazione umana.

13.jpg

Voleva vendere anche ai privati sezioni di corpi umani trattate con il suo speciale procedimento brevettato di ‘plastinazione’, ma ha fatto marcia indietro a causa di un’ondata di critiche: il controverso artista-anatomopatologo tedesco, Gunther von Hagens, famoso per le sue mostre di cadaveri ‘imbalsamati’, ha rinunciato al progetto di commercializzare al grande pubblico i suoi cadaveri tagliati a fette.

Il progetto di Von Hagens, che era già finito su tutti i quotidiani tedeschi, non è piaciuto ai familiari proprietari dei cadaveri, i quali hanno criticato l’idea dal punto di vista etico-scientifico e, di fatto, hanno costretto l’anatomopatologo a ripensarci. Una fetta di cadavere come oggetto ornamentale da mettere in salotto? Si era domandato il settimanale Der Spiegel prima della decisione di von Hagens di abbandonare il progetto. “Siamo in grado di produrre rapidamente grandi quantità” di corpi di “alta qualità a buon prezzo”, aveva commentato al quotidiano popolare Bild l’assistente di von Hagens, Nadine Diwersi.

Per una parte di corpo tagliata longitudinalmente, von Hagens – le cui mostre di cadaveri ‘plastinati’ hanno fatto il giro del mondo – pensava di chiedere 12.000 euro, mentre una fetta tagliata orizzontalmente sarebbe costata 250 euro e una collezione di 16 fette 1.600 euro. Tuttavia, con un comunicato diffuso oggi, von Hagens ha fatto sapere che il progetto è stato abbandonato perché “é risultato più difficile del previsto”. Originariamente, infatti, l’anatomopatologo aveva intenzione di vendere le sue ‘opere’ a soggetti privati “qualificati”, ma questa restrizione – hanno sottolineato molti proprietari dei cadaveri – avrebbe ostacolato la ricerca scientifica poiché avrebbe per esempio discriminato gli “scienziati in pensione”.

La nota sottolinea comunque che i corpi e gli organi ‘plastinati’ continueranno a essere venduti a università e centri di ricerca. Come è noto, alla fine del 2006 von Hagens – meglio conosciuto con il soprannome di ‘Dottor Morte’ – ha aperto a Guben, una cittadina dell’est della Germania al confine con la Polonia, un centro per il trattamento e la preparazione dei cadaveri denominato il ‘Plastinarium’.

2 commenti su “Il Dott.Von Hagens e la plastinazione umana.

  1. gianmarco lorenzi scarpe
    maggio 6, 2011

    I do enjoy the manner in which you have presented this issue plus it really does give me some fodder for thought. However, from everything that I have observed, I simply trust as the actual commentary pile on that men and women remain on point and in no way start on a soap box of some other news of the day. All the same, thank you for this superb piece and even though I can not agree with this in totality, I respect your point of view.

  2. giorgio
    gennaio 10, 2013

    questo dott. von hagens e’ un vero genio, leonardo da vinci gli avrebbe fatto i complimenti…..congratulation…se avessi i soldi x farlo mi sarei gia’ messo in lista ……

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il febbraio 6, 2008 da in Uncategorized.

Che ci frulla in Twitter?

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

Categorie

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: